AI GIOVANI: "DECIDERE di SCEGLIERE!"

 

Il problema… sono i problemi?

No! Il problema siamo noi, l’atteggiamento che prendiamo di fronte ai problemi. Infatti, dove ci riveliamo:

 

 

Spenti, invece di accesi;

Paurosi, invece che attenti;

Evasivi, invece che diretti;

Superficiali, invece che profondi;

Egoisti, invece che aperti e generosi;

Negativi, invece che positivi;

Incapaci, invece che responsabili;

Vuoti, invece che creativi di gesti di amore…

Dove ci riveliamo così, se non di fronte al proprio problema?
Perciò, lì devo scegliere di essere ciò che voglio essere:

O io: spento, pauroso, evasivo, superficiale, egoista, negativo, irresponsabile, vuoto… insignificante…

O io: protagonista, attento, diretto e sincero, profondo, generoso, positivo, responsabile, pieno di energie di amore:

. che crea fiducia,
. vicinanza,
. stima,
. rispetto,
. amicizia sincera.

Come passare dall’io spento e immaturo, ad una persona luminosa e attraente per il fascino positivo che suscita? Si può raggiungere questo cercando cose esterne o è necessario passare “dentro di sé”, riappropriarsi delle parti migliori che uno è, e farle esistere scegliendo nel quotidiano, proprio di fronte ai problemi, quei problemi che ogni uomo, in qualsiasi parte del mondo, deve affrontare, e lì decidere chi vuole essere.

p. Matteo Tagliaferri