CENTRI ALL'ESTERO: COME SONO NATI

Tutta l’esperienza della Comunità è stato un continuo stupore di fronte alle tante realizzazioni che ci venivano richieste in modo del tutto inaspettato...

...è stato così con l’apertura di diversi centri in Italia, della Casa Famiglia… ma nulla suggerisce la fede in Qualcuno che ci conduce – come dice p. Matteo - quanto la storia dei nostri Centri all’estero.

Dal Perù, la richiesta di una mamma del posto giunta a Trivigliano proprio nel giorno di Pentecoste; dalla Colombia, la proposta è venuta dalle Figlie della Carità… e così altre richieste, come recentemente dall’Ecuador. La nostra risposta è stata sempre possibile per la generosità e la dedizione dei nostri operatori… che sono riusciti a superare ogni barriera linguistica e culturale pur di portare ad altri la speranza di una vita possibile e migliore.

È la certezza della forza dell’Amore che abbatte ogni ostacolo!

Inizialmente c’era diffidenza nei nostri confronti anche a livello locale: si pensava che la nostra fosse una delle tante realtà che si recano nel Paese con fondi e progetti finanziati, ma dopo due anni si è toccato con mano che a motivarci era solo l’amore più gratuito verso chiunque si trovi in difficoltà, in Italia come in Perù. A testimonianza dell’assoluto rispetto della dignità dei giovani del Paese, in concomitanza con l’apertura del primo centro è stata inaugurata l’Associazione “Comunidad en Dialogo”, di diritto peruviano, che gestisce integralmente e autonomamente, con il sostegno della Comunità italiana, tutte le attività in Perù.

Sin dall’inizio, poi, si è avvertita la necessità di curare la prevenzione e di incontrare le famiglie dei giovani in difficoltà, già in programma: si è così creato, come in Italia, un Centro di ascolto, presso il Collegio Manuel Pardo di Chiclayo, con la collaborazione dei Padri vincenziani e di figure professionali locali. Con il passare del tempo, il centro di ascolto è diventato un’opportunità di interazione con la società di Chiclayo, con incontri di sensibilizzazione e di prevenzione presso parrocchie, associazioni ecclesiali e realtà culturali, comprese le Università del posto, che manifestano un notevole interesse per il nostro approccio alla persona nel suo insieme.

Il 14 ottobre 2008 è stato aperto il centro “Vittoria” a Soacha presso Bogotà in Colombia, dove dal 2006 la Comunità in Dialogo collabora con l’Ambulatorio delle Figlie della Carità di Bogotà, che accoglie giovani che vivono per strada. Oggi il primo gruppo di colombiani sta lavorando alla ristrutturazione e all’ampliamento del Centro, con tanta fiducia nei risultati che nasceranno dal loro impegno.